La giornata mondiale della gastronomia sostenibile

37

Oggi, 18 giugno, si festeggia la Giornata mondiale della Gastronomia Sostenibile: un punto chiave al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dalle Nazioni Unite per il 2030.

Analizzando il termine ‘gastronomia’, dovremo avere un’immagine piuttosto chiara sul significato. Ogni persona ha impressa nella mente un’esperienza, una definizione o una visione simile ma, probabilmente, il valore che accomuna il pensiero di tutti è la percezione della gastronomia come buon cibo e gusto unico che varia di luogo in luogo, di assaggio in assaggio. Possiamo quindi definire la gastronomia come un’espressione culturale, legata alle naturali diversità che caratterizzano le varie zone del mondo.

Come varia il concetto di “gastronomia” se vi affianchiamo il termine ‘sostenibilità’? Sicuramente questo concetto assorbirà un valore più etico e morale, concentrandosi così sulla provenienza degli alimenti, sul modo in cui i prodotti vengono coltivati e come giungono fino alla nostra tavola. La gastronomia sostenibile quindi sottolinea, oltre alla preparazione e al servizio degli alimenti, l’importanza per la qualità e la provenienza delle materie prime stesse che vanno a comporre il nostro piatto. E’ importante preoccuparsi ed essere consapevoli di ciò che mangiamo, sia per noi che per l’ambiente che ci circonda.
L’obiettivo di questa giornata è proprio quello di sensibilizzare le persone al reale valore del cibo, dell’alimentazione e della riduzione degli sprechi.

‘Siamo quel che mangiamo’, diceva Feuerbach. La salute infatti si costruisce a tavola in base a quello di cui ci alimentiamo e a tutto il retroscena che sta dietro al nostro piatto.

I nostri consigli da assaporatori seriali

Per sostenere la gastronomia e la cultura del mangiare bene e vivere bene, basta davvero poco! Da veri foodlovers, la vera carta da giocare riguarda la scelta consapevole di ogni acquisto e consumo che facciamo.
-Puntate alla qualità e non alla quantità: il cibo buono costa di più, ma il costo ci dice tanto anche su come vengono prodotti determinati alimenti.
-Sensibilizzate amici e genitori sull’opinione pubblica che riguarda la gastronomia sostenibile.
-Contribuite a non sprecare acqua e cibo.
-Adottate abitudini alimentari sane evitando i prodotti confezionati con particolari sostanze chimiche.
-Acquistate ciò che siete sicuri di consumare, così da evitare sprechi.
-Comprate prodotti stagionali e locali, a km 0, provenienti da piccoli produttori e agricoltori del territorio.
Con questo ultimo proposito, vi invitiamo a visitare la nostra selezione di produttori locali a marchio Italiano in vendita su www.assaporami.shop : un modo semplice e veloce, per assaporare l’Italia, con un semplice click.

FONTI

https://www.giornatemondiali.it/calendario/giornata-della-gastronomia-sostenibile/
https://www.libertasicilia.it/giornata-mondiale-della-gastronomia-sostenibile/
https://www.faccecaso.com/2020/06/18/gastronomia-sostenibile-giornata/
https://www.ehabitat.it/2020/06/18/giornata-della-gastronomia-sostenibile/

Valeria Rigo
Tanto solare quanto lunatica, estroversa, testarda e ambiziosa: ciao, sono Valeria! Una valigia da trainare e uno zaino in spalla da portare. Una macchinetta fotografica al collo e un ricordo da imprimere. Una birra al tramonto e una passeggiata in spiaggia all'alba. Un bicchiere di spritz in compagnia e un ottimo calice di vino da sorseggiare. Una pizza napoletana con la bufala e una succulenta tagliata al sangue. Poi mettiamoci anche un tiramisù in fundo, e si vola. Ho detto tutto? Sentite anche voi il sapore della felicità?